Home » Formazione 2014 » CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE ANIMATORE TURISTICO SICILIA

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE ANIMATORE TURISTICO SICILIA

Share Button

LOCANDINA ANIMATORE

 Programma Corso di Formazione per Animatore Turistico

Il corso si svolgerà a Palermo nei giorni dal 15 al  21 aprile 2014 .

La formazione sarà suddivisa in teorica e pratica tra Palermo e il villaggio di Kamarina.

Destinatari: Il corso vuole essere uno spunto di riflessione e confronto per chiunque voglia accostarsi o ampliare le proprie conoscenze nel campo dell’animazione.

Durata del corso: 7 giorni, suddivisi in 3 giorni di insegnamento Teorico, e 4 giorni di Stage “Full Immersion” in Villaggio Turistico

Durante il percorso  formativo ai partecipanti verranno proposte esperienze e spunti di riflessione al fine di acquisire le competenze di base per poter animare e gestire gruppi di giovani in contesti come Villaggi Turistici Nazionali ed Internazionali.

Obiettivi: Sensibilizzare i partecipanti rispetto alle finalità del ruolo dell’animatore quale soggetto la cui animazione deve mirare all’incoraggiamento e alla promozione della crescita dell’individuo e pertanto alla prevenzione del disagio, dell’emarginazione e del disagio sociale. Funzionale al raggiungimento di questo obiettivo principe è l’acquisizione delle tecniche proprie dell’arte dell’animazione ludico-creativa.

Animazione: Riflessioni di gruppo sulla concezione di animazione. Definizione della stessa quale attività consapevole di incoraggiamento e di promozione della crescita e della presa di coscienza dell’individuo o di gruppo, in situazione di tempo libero, i cui effetti si manifestano nella prevenzione del disagio dell’emarginazione e dell’esclusione sociale. Sperimentazione e riflessione sui differenti ruoli dell’animato e dell’animatore.

Ascolto e Comunicazione: Role Playing per consapevolizzare la propria abilità nella pratica dell’ascolto e del “comunicarsi”. Quando si parla di comunicazione si pensa sempre che la cosa più importante sia sapersi esprimere ma l’arte più sottile è saper ascoltare. I vissuti relazionali, dinamiche e significati . Dare e ricevere aiuto nell’alternanza di momenti di difficoltà e gradevolezza. Creatività e gioco come strumenti di integrazione dove la presenza di un bambino in difficoltà può rappresentare un grosso ostacolo o un importante stimolo per il gruppo che deve inventare nuove soluzioni.

Spazio e tempo: Due categorie che definiscono quotidianamente le nostre risorse e non i nostri limiti. Esercitazioni pratiche al fine di confrontarsi con la propria capacità di organizzare e di economizzare delle caratteristiche delle situazioni che vengono a presentarsi. (Riflessioni, Giochi).

Organizzare: Simulazione della progettazione di una attività a lunga scadenza. Il principale argomento sarà la formulazione di programmi affrontando il tema dell’analisi, della stesura del programma, la realizzazione la verifica.

Dinamiche di gruppo: Un’equipe d’animatori è un gruppo di lavoro che propone,stimola, organizza e coordina un gruppo . Riflessioni sulle analogie e differenze tra un gruppo e un gruppo di lavoro. Timori e suggerimenti. Giochi per diventare un gruppo, giochi di collaborazione.

Le sole conoscenze che possano influenzare il comportamento di un individuo sono quelle che egli scopre da sé e che fa proprie.

Per info contattare: 3471850554 Giuseppe Patti

3883696678 Paolo Alessandro

CONTATORE

  • 122Questo articolo:
  • 27694Totale letture:
  • 13198Totale visitatori:
  • 0Oggi:

Archivi

Ottobre: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031